Data Center: migrare senza commettere errori

Sono ancora molte le aziende le cui risorse informatiche non sono all’altezza delle sfide dell’era digitale. La crescita e la velocità del business richiedono la modernizzazione delle infrastrutture e il conseguente trasferimento di esse in un data center. La migrazione delle applicazioni e dei legacy data deve avvenire seguendo degli step ben precisi e delle regole di sicurezza che elenchiamo di seguito:

Audit

Il progetto di migrazione parte da un audit con strumenti di auto analisi per conoscere identificare i server, le apparecchiature di rete, le applicazioni e le risorse di storage utilizzate on-premise. Da questi strumenti si ottiene una mappatura completa delle apparecchiature fisiche e virtuali e rivelano l’interdipendenza dei sistemi. Da qui si possono individuare le applicazioni da tenere all’interno dell’azienda e viene consegnato al cliente un piano di gestione dei fattori di rischio prima di scollegare qualsiasi dispositivo.

Pianificazione accurata

Il calendario delle tappe è sempre un ottimo strumento per garantire che il progetto di migrazione sia mantenuto nei tempi previsti e per concentrarsi sulle attività critiche, in particolare la gestione dei server e delle applicazioni durante il trasferimento delle operazioni. Tutti gli approcci necessari per il buon funzionamento del progetto devono includere una componente di sicurezza che garantisca la disponibilità dei dati durante il trasferimento.

Consegna del nuovo ambiente 

Esistono due approcci: la migrazione parziale o totale del vostro sistema informativo. La scelta viene affidata al team di esperti, successivamente all’inventario delle vostre risorse informatiche. La migrazione parziale del sistema informativo per l’azienda che desidera mantenere in loco le sue applicazioni più strategiche o procedere per tappe prima di intraprendere l’outsourcing globale. La seconda è una migrazione totale al fine di ottenere rapidamente l’ammodernamento delle applicazioni e l’aumento delle prestazioni, esternalizzando in parallelo parte delle risorse necessarie.

Garantire la disponibilità e la sicurezza dei dati in ogni momento

Il fornitore di servizi incaricato dell’audit non solo definisce questi importanti orientamenti e fornisce una soluzione tecnica attraverso un data center, ma si occupa anche della sicurezza dei dati prima, durante e dopo la migrazione con tutte le garanzie di conformità associate al settore di attività del cliente. Le sue certificazioni sono quindi essenziali, così come la sua capacità di fornire i servizi previsti in termini di supporto, SLA, sicurezza fisica e logica, disaster recovery e autonomia energetica.

Con la diffusione dei Big Data, la crescente adozione dell’IoT e la diffusione di offerte cloud pubbliche, private e ibride, la questione della capacità hardware, delle prestazioni di rete, dell’affidabilità e della sicurezza delle infrastrutture gestite dalle imprese sta acquisendo sempre più importanza. In questo contesto, il data center sta diventando una via privilegiata. Ma a meno che non abbiano il budget per costruire un’infrastruttura privata che soddisfi le nuove esigenze dell’IT, la maggior parte delle organizzazioni opta per la co-ubicazione in un data center. L’hardware, la larghezza di banda e lo spazio di calcolo e di memorizzazione sono quindi disponibili presso un fornitore di colocation specializzato. Anche gli edifici e i loro sistemi di alimentazione e di raffreddamento sono condivisi tra diverse aziende. I risparmi sui costi derivanti dalla condivisione e la flessibilità dei servizi spiegano il successo di questo approccio. Le risorse messe in comune consentono di realizzare economie di scala, di capitalizzare il feedback degli altri clienti e di beneficiare dei progressi tecnologici che il fornitore potrà sfruttare in futuro.

Affidabilità a più livelli

I nostri data center a Padova offrono un’affidabilità su più livelli che fornisce alle aziende una forma di resilienza per la gestione del rischio, in particolare sfruttando lo storage ridondante che consente la duplicazione dei dati in caso di problemi. Questa sicurezza garantisce il riavvio delle vostre attività entro i termini stabiliti, ma assicura anche misure per il mantenimento dell’alimentazione elettrica e del raffreddamento, procedure di backup e piani di disaster recovery (DRP), sorveglianza fisica degli edifici dedicati e controllo degli accessi, progettazione dei cabinet e sicurezza.

© 2021 SEON. All Rights Reserved.