Data Center in cloud o outsourcing: perché conviene

La trasformazione digitale dei processi parte dall’evoluzione dell’Infrastruttura IT. Sempre più aziende adottano soluzioni di data center in outsourcing, questo perché è aumentata la necessità di avere un’infrastruttura cloud dedicata che consenta un maggior controllo dei volumi utilizzati e una riduzione dei costi.

I servizi infrastrutturali basati su cloud ibrido hanno il vantaggio di permettere una gestione migliore delle integrazioni tra istanze fisiche e cloud.

Quando sussiste la necessità di hardware proprietari, affidarsi a un partner tecnologico che detiene un data center proprietario facilita l’installazione in quanto l’azienda fornitrice detiene tutte le certificazioni necessarie, con livelli più elevati di affidabilità in termini di sicurezza e compliance normativa, difficilmente ottenibili on-premise.

Tra i servizi correlati al Data center risulta sempre più richiesto l’affiancamento di sistemi di disaster recovery in modalità as a service, ovvero soluzioni per la protezione dei dati e per il loro ripristino in caso di disastro informatico.

Quali sono i vantaggi di esternalizzare il Data Center?

Servizi di colocation o servizi di data center in cloud?

Nel primo caso si intende lo spostamento dell’hardware in datacenter, mentre nel secondo caso vengono erogati servizi IaaS, PaaS e SaaS. Il cloud computing mette invece a disposizione dei data center virtuali, con vantaggi certamente rilevanti in termini di flessibilità.

© 2018 SEON. All Rights Reserved.